Confindustria Ceramica

Norme EN-ISO e marchio CE

La normativa europea EN sui rivestimenti ceramici a pavimento e parete riguarda sia i materiali (le piastrelle di ceramica, gli adesivi ed i materiali per fughe), sia la progettazione e l'installazione delle piastrellature.
Le relative norme sono state tutte sviluppate nell'ambito di uno stesso Comitato Tecnico (Technical Committee, TC): il TC 67 "Ceramic tiles" (piastrelle di ceramica)".

I motivi della scelta di un unico Comitato Tecnico per tutto questo (piastrelle, adesivi, piastrellature) si basano sulla consapevolezza che le piastrelle di ceramica non vengono utilizzate come un oggetto, un materiale a sé, ma sono un costituente di un sistema, la piastrellatura. La valutazione della qualità e delle prestazioni del "materiale" piastrelle di ceramica non può prescindere da considerazioni relative al "sistema" piastrellatura ed ai suoi componenti (gli adesivi ed i materiali per fughe).

Il TC 67 è stato attivato oltre venticinque anni fa, e la sua segreteria è stata affidata a UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione). Attualmente il TC 67 è presieduto dal Prof. Giorgio Timellini, Direttore del Centro Ceramico di Bologna.

Il TC 67 ha attivato 4 Gruppi di Lavoro (Working Group, WG):
WG1, WG2 per le Piastrelle di Ceramica
WG3 (presieduto dal Dr. G. Squinzi, Mapei, Milano) per gli adesivi ed i materiali per fughe
WG4 (presieduto a partire dal 1999 dal Prof. G.Timellini, Centro Ceramico, Bologna) per le piastrellature.

Vedere il dettaglio della normativa europea nella tabella allegata

Le norme, come ben noto, sono strumenti "volontari". Tuttavia, le norme EN 14411 e EN 12004 contengono anche la "parte armonizzata", nella quale sono specificati i requisiti essenziali che i prodotti - le piastrelle e gli adesivi, rispettivamente - debbono possedere, in conformità con la Direttiva 89/106/CE sui PRODOTTI DA COSTRUZIONE. Il Marchio CE viene apposto come segno della conformità ai requisiti essenziali, ed è condizione necessaria per l'immissione di un prodotto sul mercato. Dunque, se la conformità con la norma è volontaria, la conformità all'appendice armonizzata - che è legge - è obbligatoria.
La Direttiva 89/106 è applicata alle piastrelle di ceramica dal 2005.